Newsletter

Accetta privacy

News

Griffonia: amica dell'Autunno

Il rientro in città e la vorticosa ripresa degli impegni lavorativi possono indurre uno stato di latente malinconia, accentuato da difficoltà di addormentamento, stanchezza ed irritabilità. Questo malessere generalizzato non deriva soltanto dalla perdita delle occasioni di svago tipiche della stagione estiva: numerosi studi collegano la ridotta esposizione ai raggi solari ad un abbassamento del tono dell’umore, definito da alcuni studiosi come “disturbo affettivo stagionale”. Con l’arrivo dell’autunno le giornate si accorciano e le temperature esterne si irrigidiscono, privandoci gradualmente non solo del piacere della vita all’aria aperta, ma soprattutto degli effetti benefici del sole sul nostro equilibrio psico-fisico. Mentre gli animali captano le variazioni ambientali stagionali e si preparano, con modalità diverse, al letargo ed alla conseguente riduzione delle funzioni fisiologiche, il corpo umano intercetta le variazioni luminose attraverso specifici recettori presenti nella retina, che per mezzo di atavici meccanismi molecolari traducono questo stimolo in un’alterazione nella secrezione di ormoni e neurotrasmettitori. Le fluttuazioni luminose interferiscono in particolare con la regolazione del ritmo sonno-veglia, con il metabolismo basale e con il rilascio di Serotonina, neurotrasmettitore noto anche come “ormone del buonumore” per i suoi benefici effetti sul sistema nervoso centrale.
I semi di Griffonia sono estremamente ricchi di una molecola denominata 5-HTP (5-idrossitriptofano), naturale precursore della Serotonina, utilizzato dalle cellule dell’organismo per sintetizzare ex-novo il neurotrasmettitore e compensare un eventuale calo dello stesso. L’assunzione regolare dell’estratto contribuisce così alla stabilizzazione del tono dell’umore, incrementa le prestazioni psico-fisiche, aumenta la capacità di rilassamento e migliora di conseguenza la qualità del sonno. La Griffonia aiuta inoltre a controllare il senso di fame, riducendo il desiderio di cibi ricchi di zuccheri che spesso caratterizza i periodi di difficoltà emotiva. Un piccolo segreto per accogliere l’autunno con il sorriso sulle labbra!
 

DEBUG